via Lavezzola 128/1 , Ferrara
+39 3333134516

Percorsi di ipercomunicazione

Associazione di promozione sociale N.O.I.

Iper-comunicazione, che cos’è?

In giro per la rete ci sono tantissime informazioni che spiegano cosa sia l’ipercomunicazione, ma l’associazione N.O.I. Oltre l’Infinito vuole fornire un proprio significato per questo concetto.

Esistono moltissime discipline che hanno lo scopo di portare alla ri-connessione con sé stessi e a rinnovare l’ascolto verso il proprio spazio interiore. L’attuazione di ciò può avvenire tramite tecniche meditative e azioni sul corpo fisico. Bisognerebbe tener presente che non basta solo ritrovare sé stessi o rinnovare l’ascolto perduto, ma talvolta è necessario (magari è già il momento giusto) poter esprimere ciò che siamo.

L’espressione di ciò che siamo avviene facendo comunicare oltre il “velo dell’io” (io Riccardo, io Mario, io Adele…) il “sono“, cioè iper-comunicando ciò che siamo con il mondo che ci circonda.

In sostanza, iper-comunicare per N.O.I. significa portare l’espressione del “sono” oltre “l’io egoioco” tramite la parola o la scrittura.

Perché promuovere un percorso di ipercomunicazione?

Il rapporto con noi stessi talvolta non è così limpido come dovrebbe essere, ma ricco di “distorsioni” che portano ad un’errata comunicazione tra ciò che siamo e ciò che riteniamo di essere.

Proprio da quest’ultima definizione il termine “ipercomunicazione” calza a pennello, perché l’atto di iper-comunicare sta nell’andare oltre quella “distorsione” che confonde l’espressione della nostra natura energetica.

Lo scopo del percorso sta nel ritrovare l’ascolto verso sé stessi tramite tecniche di “ascolto in meditazione” e visioni suggerite.

Perché seguire un percorso di ipercomunicazione?

Quello che siamo lo conosciamo già, in termini di personalità o in termini di “Io” come identificazione nella società. Siamo la somma delle esperienze che hanno costellato il tempo intercorso dal momento della nostra nascita fino ad ora. La risultante di questo processo, definito come “vita trascorsa”, porta inesorabilmente alla costituzione di un “Io” egoico che tenta di renderci separati dal tutto: Io sono Mario Rossi, dott. commercialista e tutto quello che mi circonda non è “Mario Rossi”.

Seguendo un percorso di iper-comunicazione dovrebbe essere possibile andare oltre ( iper = sopra – http://www.treccani.it/vocabolario/iper/ ) il velo dell’Io e percepire l’espressione di ciò che siamo.

Permettere all’Io di far esprimere il “sono” (ciò che siamo) porta ad essere coerenti con la nostra natura e creare coerenza tra mente e cuore.

Durata, frequenza e struttura del percorso

Durata

La durata dipende esclusivamente dalla risposta del gruppo, ma usualmente non più di tredici incontri di almeno due ore ciascuno.

Le tredici tappe sono precedute da un primo incontro gratuito che servirà a conoscersi e comprendere il proprio livello di consapevolezza.

Durante le tredici tappe del percorso affronteremo diverse tematiche propedeutiche all’iper-comunicazione di ciò che siamo.

  1. Primo incontro gratuito di conoscenza (di prova)
  2. Il silenzio dell’inizio
  3. La consapevolezza dell’istante
  4. La memoria che crea continuità nell’esperienza
  5. La rivelazione del Tutto (la comprensione che siamo immersi nel cosmo)
  6. La connessione col Tutto tramite la coerenza mente-cuore (la consapevolezza nel petto)
  7. La consapevolezza di tutte le nostre parti
  8. La percezione dell’unità
  9. Espansione della coscienza
  10. La dis-identificazione dell’Io
  11. L’essenza di ciò che siamo
  12. Il sono
  13. La rivelazione del sono
  14. Il velo dell’Io

Frequenza

Per mantenere una continuità ottimale tra un incontro e l’altro, la giusta frequenza è settimanale. In questo modo saranno necessarie tredici settimane per completare tutte le tappe.

Struttura

Primo incontro gratuito di conoscenza

Prima di affrontare un percorso di questo genere è caldamente consigliato partecipare all’incontro di presentazione, in cui è possibile conoscersi e comprendere il proprio livello di consapevolezza. Questo approccio è utile anche a capire se un percorso di questo genere possa piacere o meno.

Struttura di ogni incontro

Assestamento

Nella prima fase, circa i primi dieci/quindici minuti dopo che si è preso posto a sedere, è necessario un breve periodo di assestamento, così da placare mente e corpo. Questo processo iniziale serve per predisporre mente/corpo ad un ascolto migliore.

Introduzione

Ogni tappa del percorso è preceduta da una brevissima introduzione di ulteriori dieci/quindici minuti. Lo scopo è informare la mente sull’argomento che si andrà a trattare, sulle pratiche di meditazione che si utilizzeranno e sull’eventuale visione che sarà suggerita.

Spostamento

Con questo termine mi riferisco allo spostamento (dissoluzione momentanea) della mia personalità, così da permettere all’espressione di ciò che sono di rivelarsi e condurre l’intera pratica in iper-comunicazione.

Discussione

Alla fine della pratica ci sarà un momento in cui scambiare sensazioni e commenti.

Iscrizioni

Le iscrizioni sono aperte da settembre 2018. Date e luoghi sono ancora da definire.

Il percorso verrà presentato Sabato 29 Settembre durante l’open day dell’Associazione presso la Scuola Haradance

Contatti per questo percorso

Riccardo al +39 333 313 4516
Scrivi a [email protected]
Contattaci tramite il form cliccando QUI

Ecco il link al pdf: https://drive.google.com/open?id=1711tX-gn3NhFI0uMtPZtF9dQodMJrRY8

Ipercomunicazione in altri termini

Per avere qualche informazione in più potete leggere qui: http://www.amadeux.net/sublimen/dossier/ipercomunicazione_dna.html