via Lavezzola 128/1 , Ferrara
+39 3333134516

Mindfulness

 

Mindfulness, cos’è?

Mindfulness viene definita da Jon Kabat-Zinn come la particolare consapevolezza che sorge dal portare attenzione intenzionalmente al momento presente in modalità non giudicante

E’ dunque un tipo di consapevolezza, uno STATO dell’essere, non un “fare”; è il “sentire” cosa sta accadendo in noi un istante dopo l’altro, quali pensieri ci attraversano, quali emozioni, quali sensazioni fisiche, cercando di incontrarle per quanto possibile senza etichettarle come giuste o sbagliate, senza rifiutarle

Se pensiamo alla modalità con cui normalmente ci poniamo rispetto agli eventi della vita, ci accorgiamo subito tuttavia della nostra naturale tendenza a rifiutare eventi indesiderati, a reagire agli stimoli esterni, quanto naturalmente siamo lontani dal momento presente perché persi nei pensieri del passato o nelle anticipazioni del futuro

Eppure, praticare Mindfulness non significa “imparare a fare” qualcosa di “nuovo”, ma ritrovare in sé l’innata capacità ad essere consapevoli dell’esperienza che stiamo vivendo un attimo dopo l’altro

La capacità di essere presenti a noi stessi è già in noi, va solo riscoperta; non a caso la parola Mindfulness è fatta corrispondere alla parola SATI che in lingua Pali significa ”Ricordo di sé”, inteso come incontrarsi nel momento presente, ricordarsi del fatto che siamo vivi e che stiamo vivendo un’esperienza per quanto piccola possa essere: bere un bicchiere d’acqua, accarezzare il gatto, parlare… E l’invito è ad accostarci a questa esperienza con apertura e curiosità, per cogliere qualche aspetto di noi e conoscerci meglio

MINDFULNESS & MINDLESSNESS – PERCHE’ COLTIVARE LA PRATICA DI MINDFULNESS?

Mindlessness, inconsapevolezza, è il contrario di Mindfulness ed è ciò che, ahimè, ci caratterizza per la maggior parte del tempo. Le ricerche dimostrano infatti che:

  • Oltre il 90% del nostro tempo lo passiamo con il “pilota automatico”, ossia reagendo automaticamente agli eventi della vita
  • Il 95% dei pensieri che abbiamo nell’arco di una giornata, sono gli stessi del giorno precedente
  • Il 47% del tempo l’attenzione vaga lontano da ciò che stiamo facendo e, mentre vaga, tende a coltivare pensieri negativi
  • Meno di 1/3 delle persone sanno quale emozione stanno sperimentando in un determinato momento

Quest’ultimo punto dovrebbe fare riflettere anche più degli altri: se non so definire come mi sento, come posso fare scelte giuste per me?

La ricerca inoltre, raccogliendo dati in un significativo gruppo di persone, ha dimostrato che il vagare continuo dei pensieri contribuisce maggiormente ad uno stato di “infelicità”

Già la nostra esperienza quotidiana ci mostra che vagare costantemente con i pensieri nel futuro o nel passato porta a sviluppare ansia o a rivivere emozioni spiacevoli, facendoci provare nuovamente sensazioni di malessere anche se l’evento ormai è passato e non si sta svolgendo nel presente.

E’ dunque di estrema importanza, per il nostro benessere, coltivare la capacità a restare nel momento presente, per quanto possibile

✅COME FARE?

La buona notizia è che il “muscolo dell’attenzione” al momento presente può essere allenato praticando Mindfulness con costanza e pazienza. 

Grazie a questo “allenamento” possiamo imparare a riconoscere i nostri meccanismi di risposta automatici, riconoscere il momento in cui si attivano e trovare nuovi modi per Rispondere agli eventi della vita anziché Reagire istintivamente. I dati scientifici dimostrano che la pratica costante effettivamente potenzia le aree del cervello preposte all’attenzione vigile mentre depotenzia le parti legate alle risposte di tipo reattivo

Praticando, esercitiamo la nostra attenzione a seguire il flusso dei pensieri, a riconoscere quando siamo catturati in pensieri ricorrenti; esercitiamo la capacità di ascoltare le nostre emozioni e il nostro corpo con una attitudine ricettiva e non giudicante

Essere consapevoli di ciò che accade nel corpo, nella mente e nelle emozioni ci aiuta a comprendere cosa è meglio per noi in un determinato ambito o situazione; accostarci con delicatezza al nostro mondo interiore, ci aiuta a scoprire la nostra vulnerabilità, non come qualcosa da temere o allontanare, ma come una parte da accogliere e integrare, facendoci acquisire maggiore fiducia in noi sé stessi

Momento dopo momento, Mindfulness ha a che fare con il riprendere in mano le redini della propria vita, trovando in sé le risorse per vivere bene

PROPOSTE