via Lavezzola 128/1 , Ferrara
+39 3333134516

Pensiero cosmico

Associazione di promozione sociale N.O.I.

L’essenza

Nessuno può negare, almeno in questo tempo, che la Terra sia sospesa nel cosmo, assieme a tanti altri corpi stellari e interstellari a farle compagnia.

Questo già determina una forte appartenenza a tutto quello che esiste, perché noi ospitati da questo pianeta siamo in un certo qual modo sospesi nel cosmo insieme ad esso. Per ereditarietà se la Terra appartiene al cosmo, allora anche noi ne siamo partecipi.

La forma

Questo pensiero abbraccia tutti gli aspetti dell’immensità, in questo caso definita come cosmo. Per cui, la forma vuole essere molteplice e assumere tutte le figure possibili esistenti nell’infinito. Da una pianta ad un sasso, da una montagna ai cieli, da una stella ad una galassia, da un sentimento di amore ad uno di odio, espandendosi fino a contenere tutto quello che esiste.

Il concetto e l’estensione

L’immensità in cui siamo immersi e della quale siamo partecipi, si esprime ogni singolo istante attraverso le molteplici forme che vanno a creare l’insieme definito come cosmoIl nostro esistere all’interno di questa “entità” mi porta a fare delle similitudini tra il nostro modello funzionale e quello a più larga scala, cioè cosmico. Le principali assonanze si mostrano a mio parere tramite il nostro pensare, il quale amo associarlo ad un pensiero più vasto: il pensiero cosmico.

Tentando di delineare la differenza tra noi e il pensiero cosmico, mi accorgo che non esiste alcuna linea di separazione a tracciare un confine, perché ogni forma che comprende l’immensità è parte generante di questo pensiero.

Da qui nasce in me l’idea che il pensiero cosmico sia l’espressione totale somma di ogni parte dell’ovunque e ciò significa che qualsiasi manifestazione è sempre parte di questo Infinito consapevole: religioni, terremoti, amori, guerre, mari, animali, vegetali, sole, luna, galassia…pensieri.

Noi siamo la rivelazione di questo pensiero, essendo in grado di osservarci e osservare la stessa intelligenza di cui siamo parte. Così il cosmo rende all’uomo l’immensità di cui è erede e nel pensiero cosmico si rivela questa caratteristica.